Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/200

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Ma a frenar tuti quei omeni
Dopo quel che gera stà,
De le done la retorica
328Nel furor no ga bastà,

E a la barba del preterito
I à dà bote cussì strane,
Che i ga fato squasi a fregole
332Tutequante le campane.

Nei trasporti de alegria,
Nele gran consolazion,
La prudenza insegnaria
336De adotar moderazion,

Altrimenti el bon'umor
Per un caso non pensà,
Dal disgusto, dal dolor,
340El pol esser surogà.