Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 1.djvu/290

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


     De ogni qualità,
     Ma in modo prevalente,
     De mole veramente
     Smisurata,
     I aseni, i porcei,
     Le vache, i so vedei
     De nova data;
     Oseli de ogni specie tantofati,
     Grosso el polame, e pesci ricercatl.
Questa basada, su l'astronomia,
     Ze del quarantadò la profezia,
     I conti uno per uno l'ò provai,
     Nè dunque resta logo a dubitar,
     Ma se per caso mai
     Qualchedun, che ghe piase a dotorar,
     Curto de luminaria e pretendente,
     Che adesso in ogni sito
     El numero ze più che suficiente,
     Gavesse da che dir su quel che ò scrito
     Che 'l me chiama davanti la pretura,
     Che i musi roti no me fa paura,
     Sicome po lo sà
     Quei che me ascolta,
     Perchè ghe l'ò provà
     Qualch'altra volta,
     Che sto mondo ze un nesso
     Del qual qualunque parte
     E se rege e ze reta sui complesso

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Pronostici_e_versi_di_Camillo_Nalin_1.djvu/290&oldid=58016"