Pagina:Poesie veronesi (Giovanni Ceriotto).djvu/88

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Ad Azzino Azzini.


Villa Paradiso1


     L'à là che la te guarda el bel vestito
del gran lago de Garda che inamora,
che no i sa se sia stada 'na sartora
o un gran sartor che l'à imbastì pulito.

     L'è insima a un montesel che te tra fora
un serto sbisegar che dise: sito!2
dove passa i osei ma i tira drito
par la paura de dormirghe sora.

     Dove nasse un pensier ma pò 'l se perde
guardando case e campanili sconti,
guardando el lago che 'l se specia i monti,

     dove in meso a quel bocolo de verde,
no manca puta3 che te guarda in viso:
qualche bionda cascà dal paradiso!

  1. Vila Paradiso: Villa sulla riviera veronese del Lago di Garda, in quel di Bardolino
  2. sito: silenzio
  3. puta: ragazza
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Poesie_veronesi_(Giovanni_Ceriotto).djvu/88&oldid=64014"