Pagina:Le Rime Veneziane e Il Minuetto.djvu/201

Da Wikisource
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.
8


EL BURBERO BENEFICO


Cossa gh'è? Cossa gh'è? sempre disgrazie.
V'ò dà geri do lire e ò tirà tressa.
Le done come vu no xe mai sazie,
Lasséme andar, finìla, che go pressa.

Cossa? i fioi pianze? l'ògio fati mi?
Lavoré, guadagné, no ve avilì.

Pianzè anca vu? perdìa, calméve... qua...
Tolé do lire... che me fé pecà.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Le_Rime_Veneziane_e_Il_Minuetto.djvu/201&oldid=61283"