Pagina:I sogni.djvu/176

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.





NOTA

L'«Autuno al me paese» e la susseguente poesia: «La vendemia dopo el Rosario» hanno per modesto ispirato teatro campagnolo i paesi ed i poggi che rallegrano con le loro armonie, l'ingresso autunnale nella Val Pantena (valle di tutti gli dei) e specialmente nel territorio di Poiano, Quinto e Santa Maria delle Stelle — alle porte di Verona. — L'A. nella sua giovinezza vi passò qualche periodo di villeggiatura.

La Madonna del Rosario, che ricorda la vittoriosa battaglia di Lepanto, scade la prima domenica di Ottobre ed è molto onorata di processioni e di feste nell'alto Veronese ed in città nella magnifica chiesa di Sant'Anastasia.


Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:I_sogni.djvu/176&oldid=66956"