Pagina:Delli componimenti diversi di Carlo Goldoni 2.djvu/120

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Son cusì stracco, che non posso pì. 1
     Se avvicina l’Autuno, e el Carneval,
     52E tutti quanti se confida in mi.
Più tosto che dir poco, e che dir mal
     De ste do Case, de sti do Novizzi,
     55Dirghe la verità xe manco mal.
Goldoni xe intrigà in ti so pastizzi. 2
     Se el podesse, gramazzo, 3 el lo farave,
     58Per i Patroni l’anderia sui stizzi. 4
In tun’altra occasion me inzegnerave,
     (Seguito a dir) de stuzzegar la rima,
     61De far quattro Terzetti, o quattro Ottave.
Ma gh’ho tanto rispetto, e tanta stima
     Per sta casa Benzon, per casa Memo,
     64Che ghe vol tempo da pensarghe in prima.
A tor la penna me confondo, e tremo,
     Disemola, Compare 5, tra de nu.
     67Questi i merita assae, no se burlemo 6.
Caro, el mio caro ben 7, disèlo vu,
     Se per lodar sta sorte de Fameggie
     70Ghe vorave sie mesi, e ancora più.
Xe fenio el tempo delle maraveggie. 8
     Una volta podeva in quattro dì
     73Far tante cosse da inarcar le ceggie. 9
Adesso, Amigo, no la xe cusì.
     Semo debotto della botta al fondo,
     76E ghe penso, e sfadigo ancora pì, 10
E per questo me perdo, e me confondo,
     Sentindo dei Benzoni le memorie
     79Cusì famose, e strepitose al Mondo.
M’arrecordo aver letto nell’Istorie,
     Che de Crema Signori, e de Milan,
     82I ha avudo in Lombardia guerre, e Vittorie,

  1. Più.
  2. Qui l’Autore, sia per ischerzo, o sia per modestia, chiama le sue Commedie pasticci.
  3. Pover'Uomo.
  4. Si getterebbe nel fuoco.
  5. Termine d’Amicizia.
  6. Confessiamo la verità.
  7. La lingua Veneziana è piena di queste espressioni tenere verso gli Amici.
  8. Maraviglie, cioè, in questo senso, dei prodigj.
  9. Far tanto in poco tempo, che faceva stupire il Mondo.
  10. Ancora più.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Delli_componimenti_diversi_di_Carlo_Goldoni_2.djvu/120&oldid=62341"