Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 8.djvu/49

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER LA RICUPERATA SALUTE


DEL SIG. SALVADORE MARCONI


CANZONE


Dal gran gusto mezo mato,
     Del nov'ano el quarto dì
     Un bel toco de Avocato1
     4Corso in pressa xe da mi,
Esclamando: caro amigo,
     Vegno a darte un sogeton,
     Che se mai ti chiami intrigo
     8Mi te perdo l'opinion.
De lodar qua no se trata
     Una Munega professa,
     Un Dotor de fresca data,
     12Un Pretin che canta Messa.
No vòi prove del to inzegno
     Per do Sposi che va in leto;

  1. L'Avvocato Astori, che amicissimo del Marconi, bravo ed onesto legale, corse dal Poeta domandando col maggior entusiasmo una composizione.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_8.djvu/49&oldid=62246"