Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 7.djvu/33

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Le preparo
     Un bicchierino di certo elisire...
     L'ho distillato, veda,
     680Colle mie proprie mani; e sua Maestà
     Lo preferisce...


„Mo minchioni, Padre,
     Sta volta so Maestà ga mo rason!
     L'è un netare a dretura!... anch'ela un poco..
     685Vogio servirla mi.”

Oh! tropp'onore!
     Lì, lì, Eccellenza; un sorsellin, la mostra.
     Viva mill'anni l'Eccellenza Vostra!






Lassèmo 'l resto per un'altra volta;
     690Minga za che sia straco,
     Ma no vorìa dar l'opio a chi m'ascolta...
     Chi me impresta una presa de tabaco?

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_7.djvu/33&oldid=69560"