Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 4.djvu/68

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LVI


Da quei cavei che, benchè bei, sassina,
     Da dove vive bronze e bampe fioca,
     De insidie e tradimenti nido e mina,
     4Da dove Amor le so saete scoca,

Cava via quela pura Colombina
     Che quel ramo d'Olivo porta in boca.
     Se pol mo dar malizia, arte più fina,
     8Per trapolar la grama zente gnoca?

L'Olivo e la Colomba, che xe un pegno
     De bela pase, come a quei Cavei
     11Se pol confar, se i m'à ferio a sto segno?

Cruda Nina, piutosto frezze, spei
     Impianteghe de guera in contrassegno,
     14Rede, stili, caene e trabuchei.