Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 4.djvu/128

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


III


No gh'è gnente de più amabile
     De ti, cara mia Nineta,
     Ti xe piena de grazieta,
     Ti xe bela quanto un fior;
     5No gh'è gnente de più tenero,
     Cara Nina, del to cuor.
Ti xe colta, ti xe savia,
     Ti è impastada de talento,
     No ti è dona, ti è un portento,
     10Ma de quei che fa stupor;
     No gh'è gnente de più fervido,
     Cara Nina, del to cuor.
Ti xe ti la bela gnognola
     A Minerva tanto afeta,
     15Ti è la sola mia dileta,
     Ti xe l'unico mio amor;
     No gh'è gnente de più candido
     Cara Nina, del to cuor.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_4.djvu/128&oldid=62030"