Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/42

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LA SCELTA DELLA MOGLIE


El maridarse in una che sia bela;
     A chi nol sa, la par consolazion,
     Ma chi del mondo sa qualche novela
     4I tien diferentissima opinion.

In fati a una muger come una Stela
     Da mile ghe vien fato osservazion;
     E ancuo sofri sta cossa e diman quela,
     8L'è po' facile a dar qualche sbrisson;

Però vu, amigo mio caro, che se'
     Per entrar presto drento de sta Scuola,
     11Vardè ben, caro vu, come che fè.

Bela, sior no, ma una prudente fiola,
     Onesta e savia vogio che trovè;
     14Che questo è quelo che v'à da far gola.
                    La belezza la svola,
E chi cerca beltà senza vertù
     17Cerca un lazzo che 'l pica e gnente più.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/42&oldid=69709"