Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/113

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


L'ASINO


Un Contadin da un so' Compare è andà
     A ricercarghe in prestio el so Somaro
     Per andar al Mercà;
     E l'altro dito ga: Compare caro,
     5Mi volentiera ve farìa el piaser,
     Ma con mio despiaser
     No ve posso servir, che a un mio vesin,
     L'ò dovudo imprestar
     Per andar al Molin.
10In sto mentre mo l'Aseno a ragiar
     Se è messo a una maniera
     Che à fato ben capir che in stala el gera.
Come ò da creder mai, Compare mio,
     El primo à replicà, co' l'à sentìo
     15Mo l'Aseno a ragiar, che veramente
     Lo abiè imprestà a nessun, quando el se sente
     Anzi adesso a ragiar? L'altro à sogionto:
     Oh la sarave bela che in confronto
     De l'Aseno, Compare, me metessi,
     20E che piutosto a lu che a mi credessi!
          No ocore replicar
          A l'omo che servizio no vol far.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/113&oldid=69693"