Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/102

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


IL TUTORE


Un Tutor avea l'entrae
     Del Pupilo consumae.
     In giudizio a render conto
     L'è chiamà circa sto ponto.
     5El Pupilo, che à cità
     Sto Tutor, cussì à parlà:
     Mio sior pare m'à lassada
     Una bela e grossa entrada;
     El Tutor, ch'è qua presente,
     10M'à ridoto senza gnente,
     Fazzo istanza aciò me sia
     La mia roba risarcìa.
     El sior Giudice (parlando
     Col Tutor) dise: Comando
     15Presentar vu al mio Ministro
     Ogni libro de registro
     De l'Ussida, e de l'Entrada;
     Che ogni cossa sia incontrada
     Per poder con fondamento
     20Dar giudizio in sto argomento.
Tuto inteso dal Tutor,
     Trando a parte ogni rossor,
     El s'è messo in zenochion

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/102&oldid=69682"