Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 11.djvu/55

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


V

Se fa presto a dirve bela
     Perchè abiè a tegnirve in bon;
     Ma mi stimo
     Quel che primo
     5Podarà dirve anca bona,
     E a le prove ariverà.
Per no esser mai minchion
     Farìa mi sta cognizion.
     Per le vostre glorie intiere
     10Torna conto aver per vere
     La belezza e la bontà.


VI

Certe finezze
     Che tuti veda
     No val un soldo
     D'una in confronto
     5Che nessun veda;
     E quel ch'è sconto
     Xe vero amor.
Una brisiola
     Piutosto togo
     10Che una cusina
     De fumo e fogo,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_11.djvu/55&oldid=69655"