Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 11.djvu/17

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER I MUSSATI ELETTI NOBILI VENEZIANI


SONETTO


Oh siestu maledeti sti Mussati!
     Butève là sul leto un pochetin,
     Apena chiapè sono, eco el violin,
     4E po' la becadina su i cassati.

Sul muso, su la schena, senza pati
     I ve salta, e i ve torna con morbin;
     Ve dè dei sculazzoni da sassin;
     8Se falè el colpo, i torna co sti ati.

Coverzìve pur quanto che volè,
     Che se no i pol far altro i beca i pani
     11E i ve ruza aciò el sono vu perdè;

Ma da qua avanti, stimo, che a sti cani
     Bisognerà che le ferìe basè;
     14Zentilomini i è fati Veneziani!

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_11.djvu/17&oldid=69625"