Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 10.djvu/77

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


El s’à presentà subito al Senato
     Aciochè in conseguenza decretà
     6Fusse sto afar per ben de tuto el Stato.
In undese Capitoli segnà
     Xe stà el Decreto de Regolazion
     9Che in quel dì el Pregai à balotà1
Dopo de che per la so aprovazion
     L’è stà portà al Consegio, dove preso
     12(Le noti) per la so’ aprovazion l’è stà.2
Questo xe ’l primo caso che mi ò inteso
     Dove cussì a la cieca sia deciso
     15D’un afar drento al qual ghe xe compreso
Tuto quelo che xe de più preciso
     In un Governo, e gh’è de più vital
     18In modo che nol pol andar diviso...
Me spiego... El gius divin e ’l natural.
     E tuto questo per tegnir segreto
     21A la Sovrana Autorità el mortal
Orendo colpo, a dirghela in concreto,
     Che da un Secolo e mezo e più in Pregai
     24Su sto afar gh’è stà dà con quel Decreto.
E questa xe l’origine dei guai

  1. Approvato dal Maggior Consiglio il dì 20 dicembre, dove fu portato senz’altra informazione.
  2. Qui s’intende l’artifizio di non svelare al Maggior Consiglio l’autorità usurpata ad esso dal Senato col Decreto 24 settembre 1603, che mai fu approvato dallo stesso Maggior Consiglio.