Pagina:Canti pel popolo veneziano.djvu/204

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


LI


Cipro, Candia, Morea xe nostri regni,
E chi ne li vor tior se faza avanti;
Chi dar sangue no vol xe fioli indegni;
Xe da la nostra banda tuti i santi;
E vien per capo trupa el nostro Marco,
E nu lo seguitemo co l'imbarco.


LII


Tanto te vogio ben, cara Tonina,
Che ingrespo coi sospiri la laguna;
E pescando te chiamo ogni matina,
E po te chiamo al chiaro de la luna;
Anzi perchè te voi gran ben, bisogna
Che da qua avanti solo pesca a togna.


Togna nel linguaggio de' pescatori è la lenza: si pesca a togna con una corda lunghissima cui vengono attaccati parecchi ami.


Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Canti_pel_popolo_veneziano.djvu/204&oldid=61563"