Poeti antichi del dialetto veneziano/Volume 2/Poesie di Angelo Ingegneri

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
[p. 87 modifica]
POESIE

DI

ANGELO INGEGNERI


[p. 89 modifica] Le poche Poesie Veneziane di Angelo Ingegneri che qui si sono inserite sono per la maggior parte tratte dalla edizione medesima che contiene quelle di Maffeo Veniero. Servono esse a sostenere l'opinione che l'Autore si è fatta di uomo di bell'ingegno e di molta critica. Egli nacque in Venezia, ma visse poi ramingo ora in Francia, or per l'Italia finchè dopo varie e curiose vicende compì il suo corso verso l'anno 1613. Tra le opere che gli procacciarono maggiore stima sono da ricordarsi le sue Critiche al celebre Pastor Fido, un Discorso della Poesia rappresentativa, Ferrara 1598 in [p. 90 modifica]8vo, e l'operetta intitolata Del Buon Segretario Libri III. Roma 1594 in 4to assai lodata da Apostolo Zeno; e più volte venuta a luce. Maggiori notizie intorno alla sua Vita e alle sue Opere possono aversi nella Storia della Letteratura Italiana del Cav. Tiraboschi, nella Vita del Cav. Marliani del P. Affò, e nella Vita di Torquato Tasso dell'Ab. Serassi.


Indice
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Poeti_antichi_del_dialetto_veneziano/Volume_2/Poesie_di_Angelo_Ingegneri&oldid=67811"