Pagina:Scherzi poetici di vari celebri autori italiani e veneziani.djvu/145

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


La secretezza delle Massere


     Alle cinque de mattina
La Pasquetta e la Tonina,
Do servete benedete,
D'un canon manco secrete,
Sulla porta donna Catte
Le aspettava dalla latte.

     Per no star cussì de bando
Le se mete ciacolando,
A dir ben de i so paroni,
Che i xe onesti, che i xe boni,
Ma che un poco i xe ristretti,
Per esempio ... tegnosetti.

     Che per altro, delicate
Elle el becco no le bate,
No le parla se i le indora,
Anzi invece alla malora
Volentiera le stramanda
Chi ghe fa qualche domanda.