Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/100

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


ISTANZA A SAN FRANCESCO.


SONETTO


Che buzara xe questa, o San Francesco,
    Ch'i vostri Frati vaga sempre in Mona,
    E nù abbiemo la sorte buzarona
    4De star col Cazzo sempre sutto, e fresco?

Perdoneme, se troppo con vù tresco,
    Ma sappiè, che cussì no se cogiona,
    Lassè, ch'i vaga pur, ch'i vaga in Mona,
    8Ma fè anca a nù lassar qualche rinfresco.

Vardè, se son discreto, me contento
    De tante Donne, che ghe xe nel Mondo,
    11Ch'una me ne lassè per ogni cento;

Che se pò ve par troppo, ve rispondo,
    Che me farò giustizia, nè me pento
    Dirve fuora dei denti tondo, tondo,
                        15Che l'onor vostro a fondo

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/100&oldid=60820"