Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/299

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CONTRO CHI METTE 'L GUSTO NEL DESIDERIO.


MADRIGALE


Qualche cogion, che dise,
    Che 'l gusto del sborar
    Stà nel desiderar,
    E che l'averla pronta
    5Tiol alla Mona un ben;

Vorrìa, che 'l me disesse,
    Allora, che 'l sospira,
    Se 'l so cotal ghe tira;
    Perchè cussì se parla,
    10Co se gà 'l Cazzo molo,
    E nò col Cazzo pien.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/299&oldid=60578"