Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/244

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


INTROMISSION DEL BANDO DELL'ONOR.


SONETTO


Dal Cielo el Dìo d'Amor hà dà un'occhiada
    Al costume del secolo presente,
    E vedendo per tutto, che la zente
    4D'ogni Età fà una vita buzarada.

L'hà dito, dar bisogna una tagiada
    Al bando dell'onor subitamente,
    Perchè sto bando el fà insensibilmente
    8Un mal, che và crescendo alla zornada.

Dei Dei per questo lù xe andà al congresso,
    E là el gà fatto tante rifflession,
    11Che l'hà commosso turto quel consesso,

Tanto, che i gà segnà sto decreton,
    Che sia per el ben publico permesso
    Chiamar l'onor in via de realdizion,
                    15A sta proposizion

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/244&oldid=60365"