Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 1.djvu/190

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


COSA SIA LA DONNA


SONETTO


Cosa xe mai sta Donna, sta magìa,
    Che confonde la testa, e impiaga el cuor
    Al putto in Cappa, al Savio, al Senator,
    4Alla Nova, alla Vecchia Quarantìa?

Che Soliman indosso gà custìa,
    Ch'ogni Prencipe, Rè, e Imperator,
    E Gardenal, e Papa và in amor
    8Per la forza cussì granda de custìa?

Cosa xe sto movente, st'attrazion,
    Che 'l Savio, 'l Dotto, e tutta la Sorbona
    11E ogni talento alfin resta cogion?

Cospettazzo de Dì; cos'è sta Dona?
    Che magnetico gala in conclusion?
    14El Baffo lo dirà: la gà la Mona.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_1.djvu/190&oldid=60332"