Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/216

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


PER L'ONOMASTICO

DE LA CONTESSA ANETA . . . . . .

dialogo fra el poeta e la musa.


EL POETA

Che miracolo zelo, che vol dir,
     Che invece de dormir
     Ancuo tanto abonora
     Dal leto
     Predileto
     Ti vien fora?

LA MUSA

Vago e vegno in t'un supio, vago qua,
     Indove i m'à chiamà,
     Co ti vol veramente che confessa,
     Per un afar che a tanti ghe interessa,
     E indrio co tornarò
     Quel che ò fato in detaglio te dirò.