Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/197

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Ghe voria per sotometerle
Un gran cuor ghe l'assicuro.
E nissun, par impussibile,
244De nualtri lo ga duro.

O più cauto per esprimerle
In afar de sta importanza,
Per preveder un bon esito
248No lo ga duro abastanza;

A le curte, qua lustrissima
No se trata de sempiessi,
Ma evidente ze 'l pericolo.
252Ma nu semo compromessi;

Si ze facile conoscerlo,
Compromessi se la dura
Da quel fondo d'irascibile,
256Che le done ga in natura

E per questo co le lagreme
Tutiquanti la preghemo,
La procura de intercederne
260El permesso che sonemo;

Che se po la crede improprio
Come dona usar sto ufizio,
Podarave, me capissela,
264So mario farne el servizio,

Che in afari de sta indole,
Stando anca a la presenza,
El ga tuto el necessario
268Per servirne a suficienza;