Pagina:Poeti antichi del dialetto veneziano 2.djvu/11

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Venne poi ristampato, dì là da' monti nell'anno 1651. Il Ridolfi ci lasciò la notizia1 che Jacopo Tintoretto avea fatto il ritratto del nostro Monsignore Arcivescovo di Corfù, e che questo ritratto era posseduto da Niccolò Crasso.

  1. Delle Maraviglie dell'Arte ec. Tom. II. pag. 47
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Poeti_antichi_del_dialetto_veneziano_2.djvu/11&oldid=64138"