Pagina:Poesie veronesi (Giovanni Ceriotto).djvu/121

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


La bionda e la fiorareta



     Da quel giorno che in fianco a la fontana
de fassada a i orevesi a bon'ora
l'è capitada in piassa svelta e sana
4la fiorareta da la tressa mora;

     da quel giorno che 'l sol zo da i granari
piovendo in sima al so tapeto d'oro
el s'à incontrado con quei oci ciari
8drio la fontana che cantava el coro;