Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 9.djvu/89

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


Onde del cuor medesimo
     Stacandose una parte
     A Dio, che la desidera,
     52La dona e la comparte;
A Dio el fa el sacrifizio,
     Padre in amor contento...
     Son qua, son sul proposito;
     56Vegnìmo a l'argomento.
Canto, Aurisbe, con giubilo
     La Vergine Prudente
     Che piena xe de meriti,
     60Che xe vostra parente;
Canto la Sposa amabile,
     Che forme à sì legiadre;
     Xe ogeto dei mii cantici
     64La Fia d'un sì gran Padre!
Quela che 'l mondo misero
     Cognosse e lo detesta,
     Che in Paradiso ai Anzoli
     68Moltiplica la festa.
In età fresca e tenera,
     Adorna de belezza;
     La sprezza i propri comodi,
     72La lassa ogni richezza;
La scambia in una tonega
     Le veste più pompose,
     La preferisse a ogni abito
     76Le lane religiose;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_9.djvu/89&oldid=66848"