Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 9.djvu/61

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


Zelenza mio paron, vòi terminar;
     Quel che ò fato a san Luca, e xe stampà
     Go volesto a la presta recordar.
Perchè, se el Confessor l'acorderà,
     Tra le Comedie mie la scielga quela
     Che a l'onesto piacer più se confà;
E senza che me strussia e decervèla
     Coi versi a devertir la Sorelina,
     Una Comedia sarà bona e bela.
Con so licenza vago a tor la china.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_9.djvu/61&oldid=66622"