Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 8.djvu/108

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


     Le pindariche so bote:
Ispirà
     Da to Cugnà
     El bambin cussì sarà
     Che secondo nasserà,
     E co i altri dise
     Qualche verso el te farà:
A le porte
     No pol morte
     Bater più se gh'è un aloro:
     El Poeta xe un tesoro
     Che pol dir, bezzi no go,
     Ma crepar? oh questo no.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_8.djvu/108&oldid=55181"