Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 5.djvu/28

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


     Per trincar come un diluvio;
     Tracanar come un demonio,
     Impenirme come un diavolo
     560De sto Vin saporitissimo,
     Squisitissimo,
     Arcistupendonazzissimo?
Ma, cospeto, xe un gran caldo!
     Uh! che caldo, caldo, caldo!
     565Che siroco! vita mia,
     Va pur là, va via, va via,
     Beverò debò-bo-boto:
     Dove xe 'l mio bariloto?
     Saldi, saldi, casco, casco...
     570Ve sugheu tuto quel fiasco?
     Dè qua anca a mi,
     Che go una sè!...
     Butè, butè,
     Svodè, impenì,
     575Cussì, cussì...
     No più, no più,
     Tolèlo vu...
     De qua, de qua,
     Per carità!
     580Che go el palà
     Seco, brusà.
Voi trincar come un Todesco
     De sto Vin stupendo e fresco
     Fin che vivo e che go fià,