Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 1.djvu/57

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


L'è far da seno, nonola,
84Questo xe vero amar. —
      — Sì, co un soriso amabile,
Ma insieme anca baron,
La dise: mi no dubito,
88L'è amor, ti ga rason;
      Ma el to vantar, perdona,
Fa che la to Nineta
Sul muso te ripeta
92L'istessa to Canzon:
      Quel che ti à fato, cocolo,
Xe tropo per scherzar,
Ma tropo poco, nonolo,
96Quando ti vogi amar.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_1.djvu/57&oldid=69601"