Pagina:Serie degli scritti impressi in dialetto veneziano.djvu/4

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


maggiore di quella cui abbian diritto gli altri dialetti d'Italia 1; ma fermo rimango nell'avviso, che se i Filologi d'ogni italiana provincia si adoperassero a metter in veduta i Documenti de' dialetti loro,

  1. Le odierne Muse Siciliane non vorrebbero, per es., ceder forse la palma alle veneziane; e senza parlare delle Poesie di lontana data, ci hanno esse da pochi anni forniti di spiritosissimi componimenti. Tali sono le Poesie di Domenico Tempio, pubblicate in Catania, 1814, vol. 3 in 4.to; il lavoro epico int. La Sicilia liberata di Giuseppe Fedele Vitali; Palermo, 1815, vol. 5 in 12.mo — le Rime Siciliane di Carlo Felice Gambino; Catania, 1816, in 12.mo — la Versione delle Odi di Anacreonte fatta da Tommaso Moncada; Catania, 1817, in 8.voi Proverbj Siciliani ridotti in Canzoni da Santo Rapisarda; Catania, 1824, vol. 3 in 8.vo — ed i festevoli ed attici Componimenti di Giovanni Meli, da ultimo nuovamente raccolti ed impressi in Palermo, 1830, vol. 8 in 16.mo.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Serie_degli_scritti_impressi_in_dialetto_veneziano.djvu/4&oldid=65248"