Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 4.djvu/106

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


AVVISO DELLA MORTE DEL CAZZO.


SONETTO


Puttane, quante sè, ve dago parte,
    Che xe morto 'l mio Cazzo gieri sera,
    Quel, che v'hà visto sempre volintiera,
    4E ch'hà fatto con vù tanto le carte,

Quello, che s'hà portà sempre da Marte,
    Co s'hà trattà dell'amorosa guera,
    Che no hà vardà calarse la visiera
    8Per poderve acquistar per ogni parte,

Quel, che per navegar nel vostro Mar
    Tante volte la vita l'hà rischià
    11Per le borrasche, che l'hà bù a incontrar,

Quel, ch'al vostro molin s'hà infarinà,
    E tanto al pozzo gà volesto andar,
    14Che 'l manego alla fin el gà lassà.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_4.djvu/106&oldid=60825"