Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/98

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


SULLO STESSO ARGOMENTO.


SONETTO


In alto son andà tanto svolando,
    Che son zonto a toccar el primo Cielo,
    Hò visto tutto quel, che ghè de belo,
    4Ma i cogioni me son andà seccando,

Perchè in tutto quel Mondo cussì grando
    Gnente no gò trovà per el mio Oselo,
    E hò bù paura de brusarme 'l pelo,
    8S'appresso 'l Sol m'andava avvicinando;

Per questo son vegnù subito abbasso,
    E, come del mio centro giera fuora,
    11Son tornà in terra, come casca un sasso.

In alto no starave gnanca un'ora,
    Che no me piase, dove no ghè chiasso,
    14Nè quel paese, dove no se sbora.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/98&oldid=60818"