Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/91

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Poder toccarghe 'l Tondo,
    Più oltre no passar,
    Ch'altro no dovè far
            400Co le sfondrone.

Ste brutte buzarone,
    Perchè piene de peste,
    Ulceri, Porri, Creste,
            404E altri mali;

Ghe vorrìa a ste tali,
    Per far poca rovina,
    Pegola, e trementina,
            408E darghe fuogo.

Oh! Che bel gusto, e ziogo
    Veder ste gran Porcone
    Redutte in t'un cantone
            412A brusar tutte;

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/91&oldid=64764"