Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 3.djvu/9

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.



Me sentiva trà de mì
    Una voggia buzarona
    De poder a questa un dì
    32Por el Cazzo in la so Mona.

Mentre stava sul partir
    Per tentar pò la mia sorte
    Da lontan vedo vegnir
    36Sta ragazza molto forte.

Mi me fermo, e con modestia
    Ghe dimando, come stà?
    Come mi fussi 'na bestia,
    40Gnente questa m'hà badà.

Me vien subito un'idea
    De veder dove l'andava,
    Cosa mai nascer podea
    44Dall'averla seguitada.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_3.djvu/9&oldid=64762"