Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/3

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


INTRODUZIONE.


SONETTO


Ho scritto insin adesso in general
    Sulla materia, che xe a tutti nota,
    Del bus del Cul, del Cazzo, e della Pota,
    4Ancuò voggio tior sù 'n altro messal.

Dei gusti, che se puol tior col Cotal,
    E in quante forme voggio far la nota;
    Acciò la zente con più gusto fota,
    8E fazza delle Donne baccanal.

Almanco in questo el lume de rason,
    Se 'l ne dà in tante cose mille affanni,
    11El n'abbia da portar consolazion.

Delle bestie gavemo più malanni,
    Ma a fotter col trovar niove invenzion
    14Vegnimo a ristorar i nostri danni.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/3&oldid=60579"