Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/166

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


CONTRO LA STESSA.


SONETTO


Cos'è, per aver bù un pò de solazzo,
    Per esser stà 'na volta sola in Mona,
    Tante scene ti fà gran buzarona,
    4E ti gà cuor de far sto sussurazzo.

Mostreme la tariffa sora 'l Cazzo,
    Che ti vuol un zecchin, Donna cogiona;
    Me par, che, se te dago una pitona,
    8Mi te pago, per Dìo, da signorazzo.

Per farte veder, che son cortesan,
    Tiò quà sto traro per la to ruffiana,
    11Che ghe lo dago per la bona man;

Ma sappi, che 'l mestier della puttana
    No xe quel d'aspettar, ch'i porta 'l pan,
    14E quel, che dà sti musi, è tutta mana.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/166&oldid=60479"