Pagina:Raccolta universale delle opere di Giorgio Baffo 2.djvu/160

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


    Se ghe dà la lengua in bocca,
    Pò le tette se ghe tocca,
    Se ghe palpa el bel Culetto
    Per sentir quel bon freschetto,
    225E dal gusto, che se prova,
    Tutti mogi se se trova.

Mona cara, Mona amabile
    Vù sè pur molto adorabile.
    Se depenzer mi savesse
    230Vorrìa farme in le braghesse
    El ritratto al natural
    De quel buso principal;

Per vederve ogni momento,
    E provar qualche contento,
    235Mi ve prego caldamente
    De tegnirme sempre in mente,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Raccolta_universale_delle_opere_di_Giorgio_Baffo_2.djvu/160&oldid=64555"