Pagina:Pronostici e versi di Camillo Nalin 3.djvu/157

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


Nel muco sanguinario de l'inferma
Da condurla a morir da epizoosia,
Ma che drio la corporea esplorazion,
300Che 'l va a meter in pratica deboto,
Darà senza ecezion
Preciso un voto.

Dopo sta gran salata,
Sta classica parlata,
305Sagio da formar testo in medicina,
Che 'l medico curante à imatonio,
De la malada al leto se avicina,
E con lu se avicina anca el mario);
La osserva atentamente
310Tirando i sporteloni
Senza mai dirghe gnente
Vinti minuti boni
Per veder de inzucarla,
Ossia magnetizzarla,
315E aver in sta maniera
A furia d'esperienze
Indizio se ghe gera
In quele soferenze
Le anomalie che spesso
320Fa martire el bel sesso;
Ma avendo fato tuto
Senza nissun costruto,
Senza nissun efeto,
El cambia de progeto,

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Pronostici_e_versi_di_Camillo_Nalin_3.djvu/157&oldid=64186"