Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/56

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


XXIV. Un Amante avaro


Un avaro a una tal l'amor facea,
     E con parole amare el la ponzea;
E po' el se ne dolea, sto bel umor,
     Che no l'avea fortuna a far l'amor.
5Se fortuna in amor volè trovar
     Ve bisogna una cossa, amigo, far;
La seradura che a la borsa avè
     Su la boca convien che ve metè.
Amor vol splendidezza e cortesìa,
     10E no vol avarizia e vilanìa.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/56&oldid=69720"