Pagina:Collezione delle migliori opere scritte in dialetto veneziano 12.djvu/31

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


IL VERO DOVERE


Sto rustego ghe zelo, sto strambazzo
     Che no insegna la strada co 'l la sa?
     Che nol lassa tior lume co 'l la ga?
     4Che a chi xe per cascar no sporze el brazzo?

Che consegiar no vogia quel gramazzo,
     Col pol, che lo sconzura e xe intrigà?
     Che l'aqua a chi ga sè abia negà?
     8Che per la vista tior alza el palazzo?

Tuto quelo che senza pregiudizio
     Se pol comunicar, mi stimerò
     11Ch'el sia dover piutosto che servizio.

Se a le Romane istorie crederò:
     Che gera el più teribile suplizio
     14Interdir l'aqua e 'l fogo ve dirò.

Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Collezione_delle_migliori_opere_scritte_in_dialetto_veneziano_12.djvu/31&oldid=67976"