Pagina:Canti popolari vicentini.djvu/8

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
100 percent.svg
Sta pagina la xe stà trascrita e rileta.


i canti 1. Quelli sono retaggio comune ad ogni ceto, ad ogni condizione di persone, s'odono in bocca di tutti e si offrono in certo modo da sè, mentre i canti appartengono quasi esclusivamente alle donne, e fra queste alle campagnuole in particolare. Quindi è che a grave stento si giunge a metterne assieme alcuni, e fa veramente meraviglia come abbiano potuto i raccoglitori sopra ricordati darne sì copiose collezioni. È un senso delicato di pudore, una ritrosia vereconda che vieta alle nostre forosette di soddisfare alla inchiesta, che odono con istrano stupore, di dettarli i versi delle loro canzoni o (vilòte o stornolè) nelle quali sembra che si racchiuda un arcano che non dev'essere confidato che all'aria. Ed invero la parola che ritorna ad ogni strofa è Amore. Amore e null'altro, porge l'ispirazione del canto che è il compagno alleviatore delle loro fatiche, l'obblio dolce dei mali. E il canto è parte integrante della bellezza di questa poesia. Chi ha uditi que' cori di voci limpide e argentine delle nostre villanelle, quando in frotte tornan dai campi in sulle sere d'estate o del mesto autunno e non si sentì commuover l'anima a quelle liete melodie che si spandono d'ogni intorno, e che i monti, quasi anch'essi inebriati, ripetono poi lungamente? Ed è bello il sentire come la musica s'atteggi mirabilmente a seconda del concetto lieto o triste, gentile o forte, in guisa che s'odon talvolta le note dell'allegro inno che desta entusiasmo, tal altra dell'elegia che fa piangere, o son quelle impetuose di una marcia guerresca, o rotte o convulse come il susurro d'un temporale. Ma gran parte di queste stesse canzoni, levate al libero aere dei campi, divise dalla musica animatrice e ridotte su un foglio sono quasi fiori tolti al natìo stelo, che perdono il profumo

  1. A tutti dovrebbe esser nota la bella raccolta di Proverbi veneti pubblicata in tre volumi dal Pasqualigo. (Nota degli Editori Napoletani).
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Canti_popolari_vicentini.djvu/8&oldid=61912"