Pagina:Antiche villotte e altri canti del folk-lore veronese.djvu/6

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


trovandomi a Pojano, nell'antica villetta domestica, o a Quinto o a Sezano o a Novaglio o in parecchi altri paesi della Valpantena, o in Valpolicella, o a Zevio, o a Minerbe, o a Concamarise, dove spesso ebbi ospitalità cortese. Ed hanno proprio un profumo e un carattere di gentilezza e semplicità primitiva, e sono come un'eco di canti amorosi, che ormai dileguarono nella fuga degli anni.

Io confido ch'Ella vorrà fare buon viso al povero dono, e non dimenticherà che, anch'io, ho qualche diritto di appartenere alla piccola schiera dei pazienti folk-loristi concittadini, che fu, per così dire, capitanata dall'esimio Ettore Righi.


9 Febbraio 1900.

Il Suo
Pietro Caliari


Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina:Antiche_villotte_e_altri_canti_del_folk-lore_veronese.djvu/6&oldid=60194"