Giornale dell'assedio di Costantinopoli 1453/27

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.

[p. 37 modifica]A dì oto pur de mazo, fesemo conseio di dodexe, e si fo prexo per parte de dover descargar tute le marcadantie in Costantinopoli, le qual se truova a esser in le galie da la tana, e quele tal tre galie meterle a fondi in l'arsenada de l'imperador, e quando che fo prexa questa parte de dover descargar queste tal galie, quando che i volse comenzar a descargar, subito le zurme si saltò con le spale a le porte de le galie digando: volemo veder chi sarà colui, che darà fuora queste marcadantie de queste galie; nui intendemo, che dove che xe la nostra roba, lì se xe le caxe nostre, et anche intendemo, che cusì tosto come averemo descargà queste galie e fondade in l'arsenà, subito i ne retignerà questi griexi in questa sua zitade per bela forza come suo propii schiavi, dove che ora nui si semo in nostra libertade, e de andar e de star; si che, se covéne aver patientia de dover descargar le galie,1 e remeterse a la mixericordia de misser domenedio, [p. 38 modifica]che lui regesse questa cossa, e che tuto andasse per sua ventura, e che lui fesse de nui quelo i piaxesse, perchè cognossemo, e vedemo chiaramente, che niuno christian, che se truova al presente in questa puovera zitade, non porà fuzir la furia de questo malvaxio pagano, tuti nui convignemo andar per fil de la spada turchesca; e però nui tuti galioti avemo deliberado de morir qua suxo queste galie, per esser caxa nostra, e per niuno muodo nui non volemo morir in tera. E tanto fexe queste ciurme, che i otene sua intention de star in le galie, sì che in quela fiada el capitanio de le galie si se fexe forte, e romaxe in le sue galie arente la palizada de Pera, cun tute le sue ciurme. Ma pur tuto questo zorno, non resta mai el turco de bombardar in le mure da tera verso san Romano, con la so bombarda grossa, e con tute altre sue bombarde.



Note a cura de Enrico Cornet (1856)
  1. allora sarà forza richiamarsi alla misericordia etc.
Traesto fora da Wikipèdia - L'ençiclopedia łìbara e cołaboradiva in łéngua Vèneta "https://vec.wikisource.org/w/index.php?title=Giornale_dell%27assedio_di_Costantinopoli_1453/27&oldid=41757"