El crolo del campanil de San Marco

Da Wikisource
Jump to navigation Jump to search

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
75%.svg
Qualità del testo: sto testo el xe conpleto, ma el gà ancora da vegner rileto.
El crolo del campanil de San Marco
1928
Edission e fonte ▼

El ga dito: no, fioi, son troppo straco,
tropo vecchio; no ghe ne posso più.
El mondo xe ogni zorno più bislaco…
Che miseria a vardarlo da qua su!
5Lasseme andar: no vogio altri taconi;
lasseme andar: no vogio, no, pontei.
De guarirme oramai no se’ più boni:
tireve in là, tireve in là, putei!
Lasseme riposar, che go dirito.
10Xe mile ani che son qua impiantà
come una spada de giustizia drito,
come un pensier che drito in alto va:
Mile ani che chiamo a la preghiera,
che pianzo i morti e canto le vitorie;
15mile ani che unisso cielo e tera
e che me glorio de le vostre glorie.
Xe tanto che ve sveglio, e che al lavoro
ve mando, e sfido i fulmini per vu;
che sporzo al cielo el mio anzolo d’oro
20per quela fede che no gavè più.
Ancuo de mi cossa gavè bisogno?
Chi xe che a l’ombra ancuo vol mai restar?
Son mi, più tosto, mi l’ombra de un sogno:
più de quel che sogno gogio da durar?
25Ghe lasso a la mia Chiesa el mio tesoro.
(Anzolo mio, contentite cussì…)
El xe usà a star in cielo, anzolo d’oro
Missier San Marco, rancurilo ti!1
Go durà mile ani, mile ani,
30Venezia, vechia mia, no te lagnar.
In là, fioi, che no vogio far malani,
Pax tibi Marce, a l’ora de cascar.
Me sento in tera, a la mia Chiesa in fazza,
me calo zo pian pian… Ohi! Cossa xe?
35Un sbrego? Che i Re veda un poco in piazza
xe ben, peraltro. Se ho falà, scusè.2
Dei altri dani? El vostro loto, bravi,3
e la Logeta… Ah, no so cossa far…
Co i magistrati se chiamava Savi,
40se usava i zogadori castigar.
Son tropo vecchio, e el mondo tropo novo:
la mia Trottiera xe restada indrio.4
Co vualtri moderni no me trovo…
Lasseme andar… Missier San Marco, a Dio!



Note
  1. L’angelo d’oro della cuspide è andato a cadere dinanzi la porta maggiore della Basilica rimanendo quasi intatto.
  2. Il Campanile aperse, cadendo, una breccia nel fianco del Palazzo Reale.
  3. Sino alla caduta del Campanile si estraevano i numeri del lotto nella Loggetta.
  4. Trottiera è il nome di una delle campane di San Marco.