Pagina:Ultima volontà de sior Tonin Bonagrazia.djvu/31

Da Wikisource
Va a: navigasion, serca
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


45.

A tuti i qua Presenti
Che ascolta e m'à ascoltà,
Un Lazzo, ma belissimo
4A lori ò destinà,

Perchè in Teatro tuti
I possa sempre andar,
Senza pagar un soldo;
8E vogio dentinar

Un bel Legato a posta,
Che tegno al Canadà,
A prò de la Fenice,
12Che tuto sia pagà,

La porta, i palchi, i scagni,
Sta cossa sia solecita,
Purchè i beneficai
16Vada co' no gh'è recita.

46.

Tuto resto che no resta,
De sta grossa Facoltà,
Sia diviso sicut ordinem
4Al mio intiero Parentà.

Che se i conti sarà fati
Come va precisamente,
Vedarè che a Dio piasendo
8No ghe resta propio gnente.