Pagina:Ultima volontà de sior Tonin Bonagrazia.djvu/17

Da Wikisource
Va a: navigasion, serca
75%.svg
Sta pagina la xe stà trascrita, ma la gà ancora da vegner rileta.


19.

A le vintiquatro Nene,
Che in stala m'à latà,
Vogio che un toco a tute
4Ghe vegna regalà
 
De quela bela fabrica
Chiamada la Boaria,
Che tegno in Piazza a Roma
8Fata in litografia;

De più, che ghe sia dà
Al scomenzar d'ogn'ano,
Un pèr de Scarpe rote,
12E un Veladon de pano,

Do Aghi per la testa
De fero, ben sfogai,
E che a l'aniversario
16Ghe vegna conficai.

20.

I Zoveni scritori,
Che serve in fatoria,
Se merita un compenso,
4E questo quà ch'el sia:

Tuti quei Soldi in ziro
Che no se sa mai dove,
Che i se li scoda lori
8I zorni quando piove,